Clomid: trattamento ormonale per la fertilità

Disturbi ovarici: come funziona la stimolazione ormonale che può indurre l’ovulazione

Le donne che non ottengono una gravidanza dopo diversi mesi di tentativi, spesso si chiedono perché. L'infertilità è un problema sfuggente, poiché molti fattori diversi, da soli o in combinazione tra loro, possono essere responsabili del desiderio insoddisfatto di avere figli.

Qual è la causa?

È dovuto alla donna o all'uomo? È dovuto allo stress? Ci sono disturbi funzionali di alcuni ormoni o è la qualità dello sperma dell'uomo? Le prime indicazioni di un disturbo ormonale possono essere, ad esempio, un ciclo irregolare o anormale. Potrebbe essere necessaria una serie di esami per andare alla base della problematica.

Stimolazione ormonale

La stimolazione ormonale è una delle tante forme di terapia che affronta il disordine ormonale come causa dell'infertilità femminile.
Questo articolo ha come protagonista il clomid: che cos'è, come e quando viene utilizzato e quali effetti collaterali può produrre. Inoltre, parleremo anche di valide alternative, come il letrozolo.

Innanzitutto, è importante notare che la scelta del trattamento ormonale dipende sempre dal tipo di disturbo e dai singoli fattori, per questo è importante una diagnosi preventiva da parte di un medico. I medici adattano la terapia in maniera individuale per ciascun paziente, prescrivendo i farmaci più adeguati al trattamento di specifici disturbi.
1. Che cos'è il clomifene?
2. Quando viene utilizzato?
3. Come funziona?
4. Dosaggio
5. Costi
6. Tassi di successo
7. PCOS: letrozolo vs. clomifene
8. Clomifene: Effetti collaterali
9. Clomifene: Non sempre funziona direttamente

Che cos'è il clomid?

Il clomid è uno dei principi attivi prescritti alle donne per la stimolazione ovarica quando non hanno ovulazione irregolare. Può essere usato per il trattamento ormonale del ciclo femminile per indurre la maturazione ovarica.
Tuttavia, oltre al clomid, ci sono altri farmaci che vengono prescritti in questo contesto, soprattutto per la PCOS (sindrome da ovaio policistico). L'inibitore dell'aromatasi letrozolo è ad oggi un'alternativa diffusa.

Quando viene utilizzato?

Il principio attivo clomid viene utilizzato come parte dei trattamenti di fertilità. Le donne che desiderano avere figli, e che hanno tentato senza successo per diversi mesi di rimanere incinte, dovrebbero consultare, nella loro fase fertile, il proprio medico per informarsi sulle possibili forme di terapia. Il trattamento ormonale con clomid può essere un'opzione per innescare l'ovulazione nelle donne con funzione ovarica compromessa. I disturbi ovarici comprendono l'assenza di ovulazione o l'ovulazione irregolare [1] (ad es. PCOS), problemi di maturazione dei follicoli o disturbi della fase del corpo luteo.

    Ci sono diverse condizioni da osservare prima di iniziare un trattamento con clomid [2] [3]:

    • Esclusione di una gravidanza
    • Problemi funzionali rilevati del ciclo
    • Compatibilità degli ingredienti
    • Esclusione di tumori, malattie del fegato, cistiovariche (eccezione: PCOS -> trattamento solo sotto stretto controllomedico)
    • Evitare alcol, droghe e nicotina
    Dein Kinderwunsch Clomifen Strukturformel

    Come funziona?

    Il clomid è pensato per inibire i recettori degli estrogeni e portare al rilascio di gonadotropine (come FSH eLH). Gli ormoni rilasciati stimolano la maturazione dei follicoli e portano all'ovulazione [7].
    Le fasi rilevanti del ciclo sono mostrate nel seguente diagramma. La stimolazione ormonale ha lo scopo di aiutare con cicli irregolari o problematici.
    Tuttavia, il clomid non funziona per tutti i problemi che riguardano l'ovulazione, ma è il più efficace quando la causa di ciclo irregolare risiede nella PCOS.

    Dein Kinderwunsch Eisprung Ablauf

    Dosaggio

    Il clomid deve essere sempre preso esattamente come prescritto dal medico. Il dosaggio e la durata della terapia sono determinati individualmente. Salvo diversa prescrizione medica, il trattamento con clomid viene spesso iniziato il quinto giorno dopo l'inizio della mestruazione. Generalmente, una compressa (ad es. 50 mg) viene assunta una volta al giorno per 5 giorni. Le donne che non hanno il ciclo mestruale da molto tempo possono iniziare il trattamento in qualsiasi momento dopo la consultazione con il medico [2]. La dose può essere più alta o più bassa se il medico prescrive una quantità diversa.

    Costi

    Il costo delle compresse può variare a seconda del fornitore e del paese. Il farmaco può essere acquistato solo in farmacia, dietro prescrizione medica.
    Il clomid è solitamente venduto in forma di compresse con 25-50 mg di principio attivo.

    Tassi di successo

    Il tasso di successo dei trattamenti con clomid è di solito piuttosto alto: alcuni studi hanno dimostrato che le donne con problemi di ovulazione hanno fino al 70/80% di probabilità di ovulazione [4] [5]. Le probabilità di rimanere incinta in seguito all'assunzione si aggirano intorno al 30-40% [6] [8].

    Il ruolo dell'età
    Tuttavia, come probabilmente già sapete, la fertilità di una donna è influenzata da vari fattori. Uno dei fattori più importanti è l'età. Per le donne oltre i 35 anni di età, il clomid può essere utile solo in presenza di un numero sufficiente di ovociti fin dall'inizio. Se l'offerta ovocitaria è troppo bassa, il farmaco potrebbe non avere successo [6].

    PCOS: letrozolo vs. clomid

    Come terapia alternativa per i pazienti affetti da PCOS (sindrome da ovaio policistico), si dice che il letrozolo abbia un "profilo di effetti più favorevole". Inoltre, la maturazione dei follicoli avviene di solito da sola, il che significa un tasso leggermente inferiore di rischio di gravidanze multiple [10].
    Secondo la linea guida internazionale ufficiale della PCOS, la probabilità di gravidanze multiple in donne con sindrome dell'ovaio policistico è più bassa con il letrozolo che con il clomid [11].
    Il tasso di gravidanze gemellari può essere confrontato in uno studio tra i gruppi con clomifene e letrozolo: il tasso di gravidanze gemellari è leggermente più alto nelle pazienti sotto clomid (7,4%) che sotto letrozolo (3,4%) [10].
    Il letrozolo e il clomid sono considerati la prima scelta per le donne con PCOS per l'induzione dell'ovulazione e sono quindi considerati "terapia di prima linea".
    In Europa, il letrozolo è stato finora approvato solo per il trattamento del cancro al seno. Viene quindi utilizzato "off-label" per i trattamenti di fertilità [11].
    Le donne affette da PCOS hanno più probabilità di scatenare l'ovulazione con il letrozolo che con il clomid. Tuttavia, non vi sono ancora prove che il letrozolo sia più efficace nelle donne senza PCOS.
    È stato però osservato un tasso di gravidanza più alto (per paziente e per ciclo) nelle pazienti PCOS trattate con letrozolo rispetto a quelle trattate con clomid[11]. Anche il tasso di natalità era più alto nel gruppo letrozolo rispetto al gruppo clomid [10] [11].
    Le gonadotropine possono essere utilizzate come "terapia di seconda linea" se il clomid o il letrozolo non hanno raggiunto il risultato desiderato [11].
    Se il tentativo di innescare l'ovulazione non ha avuto successo, la terza opzione è la fecondazione in vitro mediante FIVET o ICSI [11].

    Dein Kinderwunsch Clomifen Schwangerschaft

    Effetti collaterali

    Durante i trattamenti con clomid, più di una donna su 10 può subire vampate di calore e ingrossamento delle ovaie[2]. Altri effetti collaterali possono verificarsi in rari casi, ma sono descritti sul foglietto illustrativo o dal medico.
    Inoltre, il trattamento con clomid può portare alla cosiddetta "sindrome da iperstimolazione ovarica" e aumenta la probabilità di gravidanze multiple (6-8%) [1] [8].

    Gravidanza gemellare: problemi

    Il tasso di gravidanze multiple è più basso con l'assunzione di letrozolo che con il clomifene [10].
    I possibili problemi derivanti da gravidanze multiple sono i rischi di parto prematuro e l'aumento del rischio di morte prematura. La supervisione e il supporto medico sono dunque fondamentali per evitare complicazioni.

    Clomid: non sempre funziona direttamente

    Anche con le donne che conoscono il proprio ciclo, può richiedere un po' più di tempo. Solo la metà delle coppie rimane incinta entro i primi 3 mesi. Dopo 6 mesi circa il 65% e solo dopo un anno circa l'80% delle donne è incinta [9]. Se avete già provato a rimanere incinte per un anno senza successo, vi consigliamo di contattare uno specialista.
    Per non parlare del fatto che le percentuali di successo della stimolazione ormonale sono elevate, ma purtroppo non c'è alcuna garanzia che si verifichi una gravidanza.

    Se state pensando all'inseminazione artificale, qui potete trovare maggiori informazioni sulle possibilità in Germania, Repubblica Ceca, o Spagna.

    Fonti:

    1. https://www.elternkompass.de/clomifen-bei-kinderwusnch/
    2. Beipackzettel Clomifen-ratiopharm® 50mgTabletten. Letzte Überarbeitung 2016
    3.https://www.dr-nabielek.de/gynaekologie/kinderwunsch/behandlung-mit-clomifen
    4. Shepard et al.(1979): Relationship of Weight to Successful Induction of Ovulation with Clomiphene Citrate. Department of Obstetrics and Gynecology, University of Texas Health Science Center at San Antonio, San Antonio, Texas 78284
    5. Schindler et al. (1979): Behandlung der endokrin bedingten primären und sekundären Sterilität der Frau mit Clomifen. Georg Thieme Verlag, Stuttgart
    6. https://attainfertility.com/understanding-fertility/treatment-options/medications/clomid/clomid-success-rates/
    7.https://www.hormonspezialisten.de/indikationen/reproduktionsmedizin/ovarielle-stimulation/
    8. Sovino et al.(2002): Clomiphene citrate and ovulation induction. Vol 4. No 3. 303–310 Reproductive Bio Medicine Online
    9. Juul, et al.(1999): Regional differences in waiting time to pregnancy: pregnancy-based surveys from Denmark, France, Germany, Italy and Sweden. Human Reproduction.14: 1250-1254
    10. Legro RS et al. Letrozole versus clomiphene for infertility in the polycystic ovary syndrome. N Engl JMed 2014;371:119–129
    11. International Evidence-based Guideline for the Assessment and Management of Polycystic Ovary Syndrome 2018